Anteprima assoluta “Odio gli indifferenti”: Piotta, Gramsci e Capovilla (Teatro degli Orrori) e la polemica sul web.

admin blog, press Leave a Comment

Per incomprensione o scorrettezza, nei giorni scorsi un noto portale musicale ha pubblicato la recensione in anteprima del pezzo che da il titolo al nuovo lavoro di Piotta, “Odio gli indifferenti”, in uscita il prossimo 10 aprile 2012.

Sul web subito un energico tam tam di commenti e botta e risposta tra gli utenti sull’argomento, con l’intervento degli artisti stessi.

A prescindere dal contenuto di merito della recensione, l’artista, che si è visto pubblicare anzitempo la copertina, peraltro ancora provvisoria, ha deciso di “regalare” a tutto il pubblico l’ascolto del pezzo in questione.

Come si legge dalle pagine web ufficiali del Piotta “Dato che come sempre non mi nascondo dietro un dito, con molta educazione ed altrettanta fermezza oggi dalla mia pagina YouTube (“Odio gli indifferenti”: Piotta, Gramsci e Capovilla (Teatro degli Orrori)) prendo posizione nei confronti di un noto portale musicale che ha pubblicato due mesi prima dell’uscita del nuovo album la copertina (sbagliata) ed una recensione (parziale) , in pratica di un solo brano, precludendo all’ascoltatore la libertà di critica che rischia così di essere basata solo su dei preconcetti.

A questo punto preferisco regalare io il brano in anteprima per farlo giudicare e commentare al pubblico stesso in totale libertà. Il brano che da titolo all’album, Odio Gli Indifferenti, come cita una nota frase di Antonio Gramsci, vede la partecipazione dell’amico Pier Paolo Capovilla dal Teatro degli Orrori, proprio oggi in top ten.”

Concordiamo pianamente con l’artista quando dice con fermezza che in Italia le etichette indipendenti, a nostro avviso vera linfa vitale e creativa del nostro mercato musicale, hanno e devono avere lo stesso rispetto e trattamento delle major.

dm3

Alla fine: buon ascolto!

Giuliano Palombo

“Odio gli indifferenti”: Piotta, Gramsci e Capovilla (Teatro degli Orrori)