Sembra ufficiale: nel 2012 la fine. Della crisi.

admin blog, press Leave a Comment

È appena uscito il rapporto della Confcommercio sui consumi 2010. Niente di buono, come ampiamente prevedibile. I consumi pro-capite sono tornati ai liveli di 10 anni fa, per l’esattezza a prima del 1999. A quei tempi, però, si spendevano ancora le lire e questo fa una bella – si fa per dire! – differenza. Eh sì perché una volta era molto più insolito acquistare a certe cifre, che oggi invece ci sembrano “normali”, se è vero come è vero che da quando c’è l’euro i prezzi sono praticamente raddoppiati.

Secondo la Confcommercio, comunque, le famiglie italiane stanno reagendo alla crisi, hanno colto le opportunità offerte dal mercato per ridurre al minimo gli effetti della recessione e contenere la perdita di benessere. Meno sprechi e più attenzione al rapporto qualità-prezzo. A fronte dei tagli alla spesa per le vacanze (-3,2%), per i pasti fuori casa (-3,2%), per la mobilità (-3,1%) e per l’abbigliamento (-3,1%), infatti, gli italiani hanno investito di più per la salute (+2,5%), per elettrodomestici e IT domestico (+2,4%) e per la telefonia (+0,4%).

Per quanto riguarda la comunicazione, la famiglia di dm3 è perfettamente in linea con il trend evidenziato, offrendo soluzioni creative che, ancor più di prima, riducono gli sprechi a favore di un miglior rapporto qualità-prezzo.

Capacità di adattamento alle nuove prospettive e condizioni di mercato, e velocità di risposta alle nuove esigenze dei clienti sono i nostri ingredienti anti-crisi. New media, unconventional, web, web marketing e social network: esploriamo territori e situazioni di comunicazione integrata che ci consentono di offrire soluzioni diverse e innovative caratterizzate da un maggior vantaggio nel rapporto costo/contatto.

Spazio all’ottimismo dunque, tanto più che la Confcommercio sottolinea che non dovremo attendere poi tanto per assistere alla vera ripresa, prevista nel corso del 2012. Perché disperarsi allora? Ancora un anno e torneremo a respirare, non sarà mica la fine del mondo?

Lavinia Palma